PAOLA BOCCI

Consigliera Regionale

Gruppo PD Lombardia

                 Voglio impegnarmi per una Lombardia di tutti e per tutti, che riduca le distanze tra i suoi territori, valorizzando Comuni e Città Metropolitana, tenendo insieme sostenibilità, servizi innovativi e sostegno ai più fragili. Una Regione finalmente amministrata con sensibilità, trasparenza, nel rispetto della legalità.  Una Lombardia accessibile a tutti, al servizio di tutti.

Dal 4 marzo 2018  sono  Consigliera Regionale del Partito Democratico di Lombardia; potete trovare qui gli aggiornamenti sulle interrogazioni, mozioni e Progetti di Legge di cui sono firmataria.

Sono componente delle seguenti Commissioni consiliari:

VII   Cultura, Ricerca, Sport, Comunicazione

IV    Attività produttive, Lavoro, Formazione 

V     Infrastrutture e Territorio

II    Affari Istituzionali

Sono componente della Commissione speciale sulle situazione carceraria in Lombardia e della Commissione consultiva del Garante per l’Infanzia.

Seguo anche i lavori della Commissione Sanità e Politiche Sociali soprattutto per tematiche inerenti la salute della donna, i servizi socio assistenziali, e il contrasto alla violenza sulle donne.

Per il Gruppo Consiliare del Partito Democratico, sono referente per le politiche di genere e le tematiche legate alle Pari Opportunità e per i temi di  Cultura, Istruzione e Formazione, Mobilità Sostenibile.

LOMBARDIA

DI TUTTI, PER TUTTI

Una grande regione moderna e civile non esclude nessuno. Una Regione attenta alle necessità di tutti, sensibile e generosa, che sa offrire opportunità ai giovani, alle donne, alle famiglie di ogni genere e tipo. Una Regione che pensa allo sviluppo di tutti i suoi territori, dove i servizi sono pensati per tutti i cittadini, attenta a non dimenticare nessuno, finalmente amministrata con sensibilità, trasparenza e nel rispetto della legalità. La Lombardia che intendiamo costruire è la Regione di tutti, donne e uomini. Di chi è stato lasciato indietro e di chi arriva da lontano. Dei diritti civili, dell’accoglienza e della solidarietà. Una Lombardia accessibile a tutti, al servizio di tutti.

Di seguito i miei progetti di legge e le mie principali attività.

MA PERCHE’ IO GUADAGNO MENO DI TE?

libro-gpg

In Lombardia, la Regione con il maggior numero di donne occupate, è urgente considerare le ragioni del permanere di un alto differenziale retributivo tra uomini e donne che risulta sempre più anacronistico: pur in presenza di una legislazione di sostegno in apparenza ineccepibile, il fenomeno non accenna a diminuire e anche le aziende ne subiscono dei danni, in un clima di inconsapevolezza collettiva. Per questo ho promosso un  percorso percorso di approfondimento, con pubblicazione, e depositato un progetto di legge  per superare il divario. Investire sull’orientamento e la formazione, sostenere le reti di imprese, far emergere il fenomeno, introdurre premialità e istituzionalizzare luoghi di confronto tra le parti, i capisaldi della proposta.

Approfondisci

VIAGGIO NEI CONSULTORI LOMBARDI

f247a2a7-2252-4849-9f2d-e5e8de4de72d

I consultori pubblici sono un servizio sociosanitario fondamentale per il territorio e presidio prezioso per tutta la comunità.
Luoghi di accoglienza, supporto, e assistenza, per la salute della donna, per la prevenzione, per genitori e famiglie con un’offerta articolata di servizi legati alla salute e in ambito sociosanitario.

Negli ultimi 10 anni da 220 sono diventati 140, alcuni hanno criticità e sono a rischio chiusura, causa il disinvestimento negli anni di Regione Lombardia sia in risorse economiche, sia in personale sia in attrezzature. La mia indagine è partita dai consultori nei comuni della Città Metropolitana per verificarne potenzialità e bisogni e quindi calibrare proposte per la loro valorizzazione.

Approfondisci

L’ATTUAZIONE DELLA 194 IN LOMBARDIA

Attuare la legge 194 in tutte le sue parti, a partire dall’articolo 9 che afferma testualmente ‘gli enti ospedalieri e le case di cura autorizzate sono tenuti in ogni caso ad assicurare gli interventi di interruzione della gravidanza richiesti…’. deve essere un  obiettivo da realizzare in tutti i territori.

Nel 2018 ho condotto un’analisi a tappeto sulla sua applicazione in Lombardia e ho sollecitato l’Assessorato a potenziare i consultori, come luogo di prevenzione,  e diagnosi, e a rivedere le procedure di ricovero per interruzioni volontarie di gravidanza.

Ogni anno questa indagine sarà aggiornata di nuovi dati, per verificare lo stato di attuazione della 194 in Lombardia.

schermata-2019-01-27-alle-19.45.53

Approfondisci

SOSTENIBILITÀ, AMBIENTE E TRASPORTI

Il consumo del suolo aumenta e il Nord è quello che ne divora di più e la Lombardia è la Regione che, con il 13,4%, ha la perdita più consistente di suolo non edificato nel 2017.

Anche a trasporto pubblico, soprattutto quello pendolare su ferro, non siamo messi bene: ritardi,  corse soppresse, sovraffollamento,  disagi che aumentano nei mesi estivi, sono sempre più frequenti.

La rete e i treni sono obsoleti, molte stazioni garantiscono poca sicurezza, le agevolazioni per le categorie più fragili e  per i più giovani, poco significative.

Regione Lombardia stanzia ancora troppo pochi investimenti sulla mobilità sostenibile, manca un piano organico della mobilità ciclabile, sia per incentivare il cicloturismo, sia per la mobilità ciclistica quotidiana.

images

Approfondisci

LA CULTURA LEVA DI SVILUPPO IN TUTTI I TERRITORI

La Cultura resta la cenerentola dei settori su cui investire per la Giunta Lombarda, sia nella spesa dedicata alla parte corrente sia per quella in conto capitale.

Il gruppo del Partito Democratico chiede da tempo un maggiore investimento in Cultura, Sport e Ricerca. Sono penalizzati gli Enti Locali, soprattutto i piccoli comuni che vedono una riduzione degli investimenti in ambito culturale. La cultura ha funzione sociale, è leva sviluppo economico e di crescita quanto più è accessibile e diffusa.
È opportunità di innovazione per tutti i territori, dalle grandi città ai centri minori, alle aree interne. Occorrono più investimenti sul patrimonio e sulle attività culturali, per creare reti e dare valore a musei, biblioteche, teatri e  cinema,  anche nelle periferie e nei piccoli comuni. Il comparto audiovisvo e Film Commission devono essere supportati anche finanziariamente in una regione che ha un altissimo numero di imprese e occupati nel settore.

 

14717292_1192348697492650_1122744590960263044_n

Approfondisci

SCUOLA E FORMAZIONE: SPAZI  E DIRITTO ALLO STUDIO

Più orientamento, più diritto allo studio e più sport nelle scuole. Sviluppo di una formazione professionale più legata alle vocazioni produttive dei territori.

Regione Lombardia investe poche risorse su edilizia scolastica: c’è ancora molto  da fare. Oltre alla rimozione dell’amianto restano le mancate certificazioni riguardanti la sicurezza di molti edifici Lombardi, per cui sarebbe necessaria una mappatura.

Le nuove scuole dovranno tenere conto della sicurezza in entrata e in uscita, utilizzare materiali ecosostenibili e efficientamento energetico.  Devono poi  incoraggiare i ragazzi alla mobilità sostenibile. Gli spazi dedicati allo sport devono essere  a disposizione anche della comunità intera, per questo abbiamo chiesto accorgimenti per la riqualificazione delle palestre e strutture sportive scolastiche. La formazione professionale deve rispondere meglio alle vocazioni produttive dei territori.

 

17021502_1331140770280108_5028780430806873691_nApprofondisci

AGENDA

QUALCOSA DI ME

Ho immaginato spazi e poi raccontato storie per immagini. Ricordo quand’ero bambina e ragazza e mi rivedo nei miei figli. Amo la mia città e ballare.

Ogni settimana avrò due spazi dedicati agli incontri con i cittadini:

PARLA CON ME: nel mio ufficio  ogni lunedì mattina, vi aspetto per ascoltare e confrontarmi con i vostri suggerimenti, progetti, azioni e proposte per la città.

FUORI: ogni settimana mi muoverò in città per incontrarmi con voi dove vivete, abitate o lavorate, per conoscere meglio desideri e problemi. Scrivetemi qui paola@paolabocci.it

SOCIAL STREAM

Web design:  twig