PAOLA

BOCCI

LOMBARDIA

DI TUTTI,

PER TUTTI

                 Voglio impegnarmi per una Lombardia di tutti e per tutti, che riduca le distanze tra i suoi territori, valorizzando Comuni e Città Metropolitana, tenendo insieme sostenibilità, servizi innovativi e sostegno ai più fragili. Una Regione finalmente amministrata con sensibilità, trasparenza, nel rispetto della legalità.  Una Lombardia accessibile a tutti, al servizio di tutti.

Il 4 marzo si voterà per le Elezioni Regionali e io sono candidata per il Partito Democratico a sostegno di Giorgio Gori Candidato Presidente.

Una campagna breve e intensa, una sfida impegnativa che affronto con passione, responsabilità e fiducia, mettendo a disposizione la mia esperienza di questi sette anni da consigliera comunale e di consigliera metropolitana.
Da troppi anni la guida di questa Regione non ci rappresenta e non ci assomiglia.

È tempo di cambiare.
Siete pronti ad accompagnarmi e a condividere questa nuova avventura? Io sono pronta a portarvi anche questa volta con me.

LOMBARDIA

DI TUTTI, PER TUTTI

Una grande regione moderna e civile non esclude nessuno. Una Regione attenta alle necessità di tutti, sensibile e generosa, che sa offrire opportunità ai giovani, alle donne, alle famiglie di ogni genere e tipo. Una Regione che pensa allo sviluppo di tutti i suoi territori, dove i servizi sono pensati per tutti i cittadini, attenta a non dimenticare nessuno, finalmente amministrata con sensibilità, trasparenza e nel rispetto della legalità. La Lombardia che intendiamo costruire è la Regione di tutti, donne e uomini. Di chi è stato lasciato indietro e di chi arriva da lontano. Dei diritti civili, dell’accoglienza e della solidarietà.

Una Lombardia accessibile a tutti, al servizio di tutti.

AMBIENTE e TERRITORIO

L’ambiente e il territorio dove viviamo sono di tutti noi. Tutelarli è un dovere per costruire una Lombardia più verde e vivibile. Priorità imprescindibile la riduzione drastica dell’inquinamento : meno veicoli inquinanti, più investimenti su trasporto pubblico locale e ferroviario, e sulla mobilità sostenibile, più conversione ecologica degli edifici. E obiettivo costante zero consumo di suolo, con incentivi al riuso e riqualificazione di siti.  Azioni coordinate con interventi per la valorizzazione dei parchi, dell’agricoltura,  aree, attività e  prodotti agricoli. Con un coinvolgimento  maggiore di  Comuni e Città Metropolitana nelle scelte di governo del territorio.

Approfondisci

CULTURA e FORMAZIONE

Cultura e formazione sono investimenti, non costi. La cultura ha funzione sociale, è motore di sviluppo economico e di crescita della cittadinanza per i territori quanto più è accessibile e diffusa.
È opportunità di innovazione per tutti i territori, dalle grandi città ai centri minori, alle aree interne. Occorrono più investimenti sul patrimonio e sulle attività culturali, per creare reti e valorizzare musei, biblioteche, teatri, cinema,  anche nelle periferie e nei piccoli comuni. Più orientamento, più diritto allo studio e più sport nelle scuole. Sviluppo di una formazione professionale più legata alle vocazioni produttive dei territori.

Approfondisci

SALUTE, WELFARE, DIRITTI

Salute e welfare riguardano tutti, per questo i servizi regionali dovranno essere più vicini ai cittadini. Mai più scandali, più controlli, regole trasparenti e condivise. Con un obiettivo chiaro:  ridurre le disuguaglianze territoriali e sociali di accesso a sanità e welfare e ricomporre la continuità tra interventi sanitari e sociali: pensare alle cure ma anche allo star bene. Con investimenti meglio distribuiti  non solo verso i grandi ospedali e le cure specialistiche, ma anche su piccole strutture e assistenza di territorio. Più attenzione a prevenzione, screening, medicina di genere e all’autodeterminazione delle persone. Non esistono diritti speciali, ma diritti uguali per tutti: dalle unioni civili, alla salute, al fine vita, alla cittadinanza, alla libertà di culto, non sono accessori, ma parte sostanziale del benessere della comunità.

Approfondisci

DI TUTTE, PER TUTTE

Ancora oggi esistono diseguaglianze tra uomini e donne. Noi dobbiamo lavorare per ridurre le distanze, per una Lombardia a misura di donna. Le donne devono avere pari opportunità anche nel lavoro: dobbiamo ridurre la differenza salariale tra uomini e donne, sostenere l’imprenditoria e l’artigianato femminile. Incoraggiamo le ragazze a scegliere percorsi di studi anche in discipline scientifiche e tecnologiche. Investiamo sugli strumenti di conciliazione vita e lavoro: più nidi, più scuole aperte, più assistenza territoriale; sosteniamo i bisogni della nuova vecchiaia. Rafforziamo le reti antiviolenza e facciamo prevenzione a partire dalle scuole: contro gli stereotipi educhiamo all’affettività e al rispetto delle differenze. Pretendiamo una vera parità di genere negli organi di governo e nelle società partecipate: anche questo significa uguaglianza.

Approfondisci

AGENDA

QUALCOSA DI ME

Ho immaginato spazi e poi raccontato storie per immagini. Ricordo quand’ero bambina e ragazza e mi rivedo nei miei figli. Amo la mia città e ballare.

Ogni settimana avrò due spazi dedicati agli incontri con i cittadini:

PARLA CON ME: nel mio ufficio  ogni lunedì mattina, vi aspetto per ascoltare e confrontarmi con i vostri suggerimenti, progetti, azioni e proposte per la città.

FUORI: ogni settimana mi muoverò in città per incontrarmi con voi dove vivete, abitate o lavorate, per conoscere meglio desideri e problemi. Scrivetemi qui paola@paolabocci.it

SOCIAL STREAM

Web design:  twig